ALTRO PAREGGIO PER LA PRIMA SQUADRA. MANCA UN PO' DI FORTUNA, ANCHE ARBITRALE, MA I RAGAZZI STAN


Altro pareggio, il quarto consecutivo (di cui ben 3 fuori casa), per i ragazzi di mister Casagrande che, se si escludono i primi 20 minuti, giocano una buona partita e con un po' di fortuna, anche arbitrale, avrebbero potuto portare a casa da Breda di Piave l'intera posta. Come dicevamo inizio molle dei nostri ragazzi che vengono salvati in almeno tre occasioni da un grande Pecorelli. Per dire la verità si tratta più di errori in uscita dei nostri che non di vere e proprie azioni avversarie, ma sta di fatto che Pecorelli si deve superare per poter tenere la porta imbattuta. Al 20° comunque i nostri alzano il baricentro e la partita diventa equilibrata, anzi una punizione di Fabio Zanatta dal limite incoccia sulla barriera e potrebbe avere maggior fortuna, ma il match diventa equilibrato. Inizia il secondo tempo e i ragazzi di mister Casagrande entrano con un altro piglio e al minuto 15 passano con Enrico Zanin. Punizione di Fabio Zanatta dalla trequarti destra ribattuta dalla difesa. La palla torna a Fabio Zanatta che esplode un bel tiro che il portiere avversario non può far altro che ribattere sui piedi di un attento Enrico Zanin che da due passi mette dentro. I nostri ci credono e hanno un'altra clamorosa occasione con Matteo Zanatta che da solo davanti al portiere mette al lato. I padroni di casa premono, ma non riescono ad essere più particolarmente pericolosi, finché, al 30°, il sig. Bernardi vede un rigore che prende di sorpresa anche gli stessi padroni di casa. Sul dischetto va Mone che batte forte, Pecorelli tocca anche questa occasione, ma non riesce a deviare abbastanza: è l'1-1. La partita vive ancora su capovolgimenti di fronte, ma non vi sono vere occasioni, complice anche un campo che non permette vere giocate. Finisce così con un pareggio che da ciò che si è visto in campo risulta giusto. Un po' di rammarico sta nel fatto che, per la seconda volta dopo Silea, è un rigore, almeno dubbio, che non ci permette di portare a casa l'intera posta. I ragazzi non devono però abbattersi, il gioco c'è e continuando così, prima o poi la vittoria di certo verrà. Quello che è positivo e che questi pareggi fanno muovere la classifica e continuano ad allungare il distacco da quell'terzultimo posto da evitare se si vuol salvarsi direttamente: ora i punti sono 5 dal Basalghelle. E domenica altro impegno gravoso contro quel Cimapiave che ha sostituito, anche grazie al nostro pareggio, l'Ardita Breda al terzo posto. Attendiamo tutti i tifosi e simpatizzanti a Dosson per sostenere i nostri bravi ragazzi.