ESORDIO DELLA PRIMA SQUADRA IN SECONDA CATEGORIA. PECCATO IL PAREGGIO CI SAREBBE STATO TUTTO


Peccato perché questa volta i ragazzi di mister Dal Bo sono andati proprio vicini al pareggio che sarebbe stato meritato nell’esordio in seconda categoria davanti ad un numeroso pubblico amico a Dosson. Inizio con i nostri che pagano un po’ lo scotto dell’esordio e l’Ardita Breda che preme pressando e giocando nella nostra metà campo. Non ci sono però particolari occasioni fino al ventesimo quando un cross dalla destra dell’Ardita, spostato dal vento, sorprende il nostro portiere Nogarin e batte prima sul palo sinistro e poi sul destro della sua porta, danzando sulla linea. Arriva un attaccante ospite ma manda clamorosamente la palla sul fondo. I nostri si svegliano e su una palla recuperata dall’ottimo Vestidello, Ruzzenente verticalizza su Zanin che spara a botta sicura, ma il portiere ospite compie un primo miracolo. La palla va su Fabio Zanatta che colpisce al volo, ma il portiere tornato tra i pali compie il secondo miracolo. Peccato dalla tribuna si era già gridato al gol. Al minuto 35 poi altra importante occasione per gli ospiti. Uscita avventata di Nogarin e palla al centro dove si avventa un avversario che spara alto a porta vuota. Al minuto 43 calcio d’angolo per i nostri, entra bene Rigo ma il portiere di nuovo si supera. Finisce il primo tempo sullo 0-0 ma è una bella partita. Si parte nel secondo e al quinto arriva il gol decisivo. Verticalizzazione e palla ad incrociare, Nogarin la tocca, compiendo un mezzo miracolo, ma la palla rotola beffarda verso la porta ed entra. 1-0 per l’Ardita Breda e ora si fa dura. I nostri si riversano in attacco ma la superiorità territoriale e i molti cross e angoli non sortiscono alcun effetto. Per la verità un’occasione ci sarebbe: su punizione di Fabio Zanatta (in foto), Rigo è vistosamente strattonato in area ma l’arbitro non ravvisa gli estremi del rigore. Finisce così 1-0 per gli ospiti, ma i ragazzi di mister Dal Bo, anche questa volta, non hanno demeritato e con un po’ di più fortuna sarebbero riusciti a portare a casa un ottimo pareggio. Consoliamoci anche l’anno scorso era iniziata così con una sconfitta in casa. Poi sappiamo tutti come è andata a finire. Ora non resta comunque che guardare avanti e lavorare per la prossima partita che sarà domenica 15 a Maserada contro il Cimapiave uscito con un ottimo pareggio dalla trasferta di Gaiarine. Ragazzi non si molla!!!